l’infinito nel cavo della mano


 













“tenere l’infinito nel cavo della mano e l’eternità in un’ora”     
(William Blake, Canti dell’innocenza e dell’esperienza)

Mario La Fortezza congela in un istante il mistero di qualcosa di più grande di noi umani. Il mistero racchiuso nel gioco delle dimensioni, dove il microcosmo mantiene e contiene tutti i principi e le meravigliose complessità del macrocosmo. Ci vuole una sensibilità particolare per poter cogliere segnali dal cosmo in una manciata di terra, in una pozzanghera ghiacciata. È necessaria la sapienza di scorgere ovunque le leggi universali o forse la capacità di farsi canale per lasciarsi muovere da una mano più grande che, sempre e in ogni momento, ci indica come intuire il mistero della vita in ogni gesto quotidiano. O come rappresentarlo nel cavo di una mano.                                                                                         (Marco Ribolla)













“Il ghiaccio è acqua che è rimasta fuori al freddo e si è addormentata”.                                                                          (John Garland Pollard) 

 





Recent Portfolios